A Nora Moretti il Lucca Project Contest 2007

A Nora Moretti il Lucca Project Contest 2007

LUCCA – Si è svolta oggi la giornata finale del Lucca Project Contest, concorso per aspiranti fumettisti. Ai vincitori, oltre a una borsa di studio offerta da Fondazione Banca del Monte di Lucca, l’importante soddisfazione di vedere le loro opere pubblicate da Panini Comics.

E’ Nora Moretti, 27enne veneta di Murano, con il lavoro Aelis la vincitrice della terza edizione del Lucca Project Contest; menzione speciale per i lavori L’amico di Chisinau e Alive – Resurrection Boulevard.

Si è infatti svolta oggi la giornata finale del Lucca Project Contest, concorso riservato a fumettisti non professionisti. La giuria, composta da Andrea Rivi (Panini Comics), Marco Schiavone (Edizioni DB) e Gianpaolo Frizzi (disegnatore Marvel e membro della Fondazione Banca del Monte di Lucca), ha prima discusso per due ore i progetti con i finalisti, poi si è riunita per decretare i vincitori.

Nei mesi scorsi 240 lavori erano arrivati ai giurati che li avevano valutati scegliendo i quindici migliori autori, che si sono ritrovati oggi in San Girolamo. Non fumetti completi, ma veri e propri progetti editoriali corredati da qualche tavola esemplificativa per valutare al meglio le potenzialità dei partecipanti.

Il premio in palio è decisamente prestigioso: la pubblicazione dell’albo con Panini Comics; per la prima volta quest’anno il volume conterrà non solo l’opera vincitrice, ma anche le due menzioni speciali. Adesso i ragazzi avranno dieci mesi per trasformare il loro progetto editoriale in un vero e proprio albo. Uno sforzo non indifferente per gli aspiranti fumettisti, che sarà supportato da una borsa di studio messa in palio dalla Fondazione Banca del Monte di Lucca.

Soddisfatto dei lavori Marco Schiavone: “Il livello del materiale che ci è arrivato è veramente alto, specialmente se si considera che tutti i partecipanti sono non professionisti. Il fumetto d’autore in Italia sta andando incontro a una rinascita, la riapertura delle librerie di varia sta infatti permettendo di rendere più eterogenea l’offerta del mercato”.

Andrea Rivi di Panini Comics punta invece l’attenzione sulle prospettive offerte dal concorso: “I vincitori di due anni fa lavorano adesso come professionisti in varie case editrici. Questo grazie al fatto che mettere in palio la pubblicazione dell’albo permette a questi giovani di mettersi concretamente all’attenzione degli addetti ai lavori. Quest’anno – continua Rivi – il livello qualitativo dei lavori era davvero alto, sia per quanto riguarda i ‘soggetti’ che i disegni”.

A stupire Gianpaolo Frissi è stata la maturità dei soggetti proposti dai ragazzi: “C’è molto coraggio negli argomenti trattati dai ragazzi e questo è molto importante, perché evidenzia una forte attenzione ai temi di attualità. Tra l’altro il materiale che ci è arrivato era realizzato con professionalità impeccabile. Come Fondazione Banca del Monte – continua – abbiamo pensato al duro lavoro che li aspetta nei prossimi mesi e abbiamo pensato di aiutarli a realizzare il fumetto in tranquillità con una borsa di studio”.

Visibilmente emozionata, Nora Moretti ci parla di Aelis: “E’ la storia di due amici, un ragazzo e una ragazza (Aelis), che vivono su un’isola colpita da una maledizione che determina mutazioni genetiche. Il ragazzo verrà contagiato e i due scapperanno. E’ una idea di due, tre anni fa che ho sviluppato alla scuola comics di Firenze con Alberto Pagliaro. Per ora – presegue – lavoro come free lance, mi arrangio nel web design e anche con lavori al di fuori dell’ambito del disegno. Il mio sogno, ovviamente, è poter diventare una fumettista professionista”.

Questi i titoli dei quindici progetti finalisti:

Viva la Squadra B

Aelis

Alive – Resurrection Boulevard

Edelweis

Enigma – Angeli e Demoni

Fearless


Headstone Blues – La ballata di Preacher’s Creek

Il Tricot e il mago dalle 7 teste

Jarash

L-Team

L’amico di Chisinau

Maphia

Ominotondo

Radio Punx

Tera

Di seguito il commento di alcuni dei finalisti:

Alessandro Cremonesi (Headstone Blues – La ballata di Preacher’s Creek): “Sono contento di aver partecipato, il concorso è è interssante e stimolante, la giuria assolutamente di eccellenza”.

Francesco Mortarino e Andrea Gagna (Alive – Resurrection Boulevard): “E’ la seconda volta che partecipiamo. Il livello è molto alto, ma del resto si tratta di una bella vetrina, una delle poche in Italia”.

Bracchi Manuel e Alberto Lanzillotti (Fearless): “Veniamo da Terni ed è la prima volta che partecipiamo. Un’esperienza divertente e un buon trampolino di lancio”.

Pietro Veneziano e Diego Farina (L-Team): “Esperienza positiva, si capiscono molte cose che riguardano il proprio modo di lavorare e ci si arricchisce osservando i lavori degli altri. Un’occasione per crescere”.

Mattia Bulgarelli (Tera): “Il mio progetto era in cottura da qualche mese e l’ho sviluppato con Oscar Celestini, che è un colorista professionista. Io ci provo, come scrittore e sceneggiatore. Interessante il fatto che la giuria abbia fatto le proprie scelte senza conformarsi su un solo stile. Essendo patrocinato da una sola casa editrice questo è un dato molto incoraggiante”.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla
Lo Schermo.it pubblicita

.

Newsletter

Banner Geometra Online

Twitter